Debiti, perché non farli e come toglierli se ce l’hai, definitivamente

  • Post author:
  • Post category:Finanza personale
  • Ultima modifica dell'articolo:20 Aprile 2021
Debiti, perché non farli e come toglierli se ce l’hai, definitivamente

Sono un peso inaccettabile

Prima cosa, fondamentale, il debito è ogni forma di dilazionamento di un pagamento, mutui, finanziaria, carte di credito, revolving, di debito, per l’auto, i nomi possono essere tanti, ma devi sempre sapere che la sostanza non cambia, ogni volta che non paghi subito il denaro che dovresti spendere per un bene stai facendo debiti.

Un po’ di anni fa mio fratello torna a casa con una bella e fiammante carta di credito. Oggi sono molto più comuni, ma prima non era così, la banca le dava solo a chi aveva un lavoro stabile o comunque con un conto bello sostanzioso. Dopo qualche tempo arriva il momento dell’utilizzo di questa carta, porta a casa un nuovo pc dal costo di 800 € pagando “solo” 30 € per 3 anni.

Ok, stupendo penso, posso acquistare qualsiasi cosa e dilazionare il pagamento su un periodo lungo e con una spesa irrisoria, ma dentro di me una vocina mi metteva in guardia, “troppo bello per essere vero”, facendo due conti insieme stava pagando un interesse di più del 20 %. Che cosa?? Questi della banca pensano che siamo idioti? Qualche giorno dopo la carta è stata riportata indietro.

Si, è vero, lo pensano

Non è che ce l’hanno con noi, ma è un dato di fatto, credono che siamo stupidi e purtroppo molte volte non sbagliano. Guardati intorno, osserva chi ti circonda, amici, conoscenti, famigliari purtroppo, sconosciuti; ciò che vedrai è l’accettazione incondizionata al singolo ostacolo più distruttivo per la costruzione della ricchezza, il debito.

Fai una pausa e rileggi il grassetto sopra, tante volte fin quando questo concetto non ti entra nella testa.

Per chi crea e vende prodotti/servizi è fantastico, permette di venderne di più e ad un prezzo più alto, ecco perché è stato incentivato a tal punto da farlo passare come una cosa normale, e per quasi tutti lo è diventato, ma assolutamente non è così e non lo deve essere.

Sai quanto è in media il tasso d’interesse per le carte revolving? Parlo del TAEG (Tasso annuo effettivo globale), a questo devi guardare, bene, è del 20%, parliamo di usura.

Fai una cosa, se hai qualche debito fatto con una carta di credito (intendo qualsiasi tipo di carta) fatti un calcolo delle rate mensili che stai pagando, sommale tutte, quelle che hai pagato fino ad ora e quelle che ti restano.

A questo risultato sottrai l’importo che hai pagato effettivamente per acquistare il bene, rimarrai sbalordito di quanto denaro in più stai pagando.

Un solo numero, più del 100%

Da qualche anno il debito privato Italiano, quindi ci rientra un po’ di tutto, mutui, prestiti personali, carte di credito, per l’auto e per ogni altra cosa, ha superato la soglia del 100% del PIL con un aumento costante di anno in anno. Rendiamo le cose più chiare, per ogni 100 € di ricchezza prodotta ne spendiamo 200, 100 nostri reali, e 100 presi in prestito. Sostenibile? No, impossibile. Guadagnate 1000 € al mese e ne spendete 2000€, puoi andare avanti anche per molti anni con dei prestiti, se trovi chi ti fa credito, ma alla fine dovrai pagare il conto, tu o qualcun’ altro al posto tuo, e se puoi dare delle garanzie, comunque ti sarai impoverito.

Considerate che siamo uno dei paesi più virtuosi insieme alla Germania da questo punto di vista, lascio immaginare come se la passano gli altri.

Mostruoso, non c’è altro da aggiungere, vuol dire che stiamo vivendo al doppio delle nostre possibilità, e il conto come detto ci verrà chiesto. La cosa che più inquieta però è che nessuno ne parla, nessuno lo vede come un problema, anzi, il debito viene visto come un bene, come uno strumento che migliora la vita. Dove puntiamo l’attenzione ci sono rate di qua, mutui di la, prestiti, finanziamenti, quasi mai sentirai dirti “ho pagato subito”, “ho preso i soldi in banca e ho fatto un bonifico”, è sempre un dilazionare.

Pensa diversamente

Vuoi andare verso l’indipendenza e la libertà finanziaria, giusto? Vuoi diventare ricco e avere il controllo delle tue finanze? Guarda di nuovo le persone che hai guardato prima, la maggior parte di loro non riuscirà mai a raggiungere quest’obiettivo, e uno dei motivi principali è la loro accettazione incondizionata del debito.

Se vuoi raggiungere il tuo obiettivo dovrai pensare in modo diverso. Inizia a non considerare il debito una cosa normale, ma come un vizio, una sanguisuga distruttrice della tua ricchezza. Semplicemente non deve esserci più spazio per il debito nella tua vita.

DEBITO = VIVERE AL DI SOPRA DELLE PROPRIE POSSIBILITA

Lista dei danni (molto lontana dall’essere esaustiva perché sono infiniti) che il debito ti arreca

Il pensiero che quasi tutte le persone si facciano seppellire da una montagna di debiti va al di la della mia comprensione, per non parlare del perché ciò accada, ma almeno diciamo perché è nocivo e quali svantaggi ti arreca, l’elenco non terminerebbe mai ma spendiamoci qualche parola.

  • Il tuo tenore di vita è già sceso, dimentica ogni aspirazione all’indipendenza finanziaria e alla ricchezza. Puoi essere una persona consumista o vivere in una tenda, comunque stai avendo meno di quello che potresti, perché una parte (più o meno grande) del tuo reddito viene mangiata dagli interessi.
  • Sei uno schiavo, si, verissimo, magari credi di non esserlo ma la realtà è questa. Non hai più liberta, qualsiasi entrata tu hai ti rende dipendente da essa, hai un debito e lo devi ripagare. La tua capacità di fare scelte in linea con i tuoi valori e obiettivi a lungo termine è seriamente limitata.
  • Sei stressato. Già sai quanto lo stress è dannoso per la testa e il fisico, il livello di questo stress dipende da quanto debito hai in rapporto al tuo reddito. Puoi avere l’acqua fino alle gambe e riesci a muoverti abbastanza agevolmente o fino alla gola col rischio che qualche onda ti faccia annegare. Poco o tanto sempre stress ti provoca, anche quando non pensi di esserlo. Superata una certa soglia subentrano emozioni negative come: senso di colpa, vergogna, solitudine, senso di impotenza, frustrazione, ed il fatto che la situazione l’abbiamo creata noi rende la faccenda più difficile. Fino a poter arrivare a situazioni autodistruttive come sperperare ancora più soldi in modo compulsivo, bere, drogarsi e quant’altro, in un circolo che si autoalimenta.
  • La nostra visione della vita è distorta. Guardiamo il passato in maniera deprimente, il presente ci fa male e il futuro con ansia.
  • La mente si assuefa ai debiti, si pensa che la situazione si risolverà in qualche modo o col tempo. Diventa una cosa normale averne, col risultato che non te ne esci più.

Arrivati a questo punto sarà ben chiara una cosa

EVITA IL DEBITO A QUALUNQUE COSTO

questo deve essere il tuo mantra, come prima rileggi questa semplice frase e falla tua, se fai ciò sarai già a bel punto nel tuo percorso per l’ indipendenza finanziaria e per diventare ricco.

Cosa fare se il debito ce l’hai già

Va bene, sei arrivato ora su questo blog e il debito lo hai già contratto, e ora come si fa? Dipende da fattori esterni che nel tempo possono avere delle variazioni, ma tenendo conto della situazione attuale, che poi comunque non si discosta di molto da quello che è stata negli anni passati, consiglio di procedere in questo modo.

  • Se stai pagando meno del 4% di interessi, paga con calma il tuo debito e indirizza il surplus verso gli investimenti (con calma arriveremo anche a questi).
  • Con un interesse tra il 4-6 % valuta quello che è più conveniente, dipende dal rendimento dei tuoi investimenti.
  • Se paghi un’interesse più alto del 6% certamente la scelta migliore è quella di pagare al più presto il debito.

Considerate giusto a titolo esplicativo che l’ S&P 500 negli ultimi 20 anni ha dato un rendimento medio composto comprensivo dei dividendi reinvestiti del più del 10% annuo, considerando anche le crisi che ci sono state, non so se l’idea è stata resa bene.

Va bene, vuoi pagare, come si procede?

Prova a fare qualche ricerca sul web del tipo “come liberarsi dei debiti”, “debiti come fare” e simili, vedrai infiniti articoli, blog, libri consigliati, esperti, articoli legislativi, la verità è che non c’è un modo comodo per liberarsi dei debiti, ma è piuttosto semplice, bisogna solo agire, non lasciarti fuorviare dai tanti metodi, il toro va preso per le corna, prima lo fai e prima ti liberi di questo fardello, ma ti dico come procederei io.

Cosa fare

  1. Stila una lista di tutti i tuoi debiti, dal più grande al più irrisorio, e fai una seconda lista in base al tasso d’interesse.
  2. Elimina tutte le spese superflue, spazza via ogni cosa. Sigarette, caffè al bar, pizza, uscita del fine settimana, ogni cosa che non è essenziale la devi eliminare. Facendo ciò libererai molte risorse per poter estinguere il debito che ti sta rovinando la vita, prima lo inizi ad estinguere e prima inizi a migliorare la tua vita.
  3. Paga il minimo per ogni debito, cioè giusto quello che serve per non farlo aumentare (altrimenti col tempo ne veniamo travolti), in genere è il tasso d’interesse reale, e il resto dei soldi concentriamolo nell’estinguere quello con il tasso più alto, una volta estinto passiamo al secondo della lista e così via.

Dai tutta la priorità e l’attenzione a fare ciò, se altri hanno un credito nei tuoi confronti. Devi essere libero, non sei nato per essere in catene, solo perché la maggioranza delle persone lo è non devi esserlo anche tu.

Sai cosa faccio io per tenere sotto controllo le piccole spese? Pago in contanti, sempre. Per avere la percezione di quanto spendo ogni volta.

Un conto è pagare col bancomat e un conto è vedere ogni volta i soldi uscire dalla tua tasca.

Cosa evitare

  1. Non pagherei alcun servizio per farmi aiutare, ciò aumenterebbe solo i costi. Non ci sono segreti o formule magiche, solo tu puoi fare il lavoro di ripagarli.
  2. Evita anche i servizi di consolidamente e ristrutturazione del debito, quando offrono un tasso d’interesse inferiore si sta solo allungando la questione. Tu vuoi pagare rapidamente senza dilazionare ancora, una volta estinto non avrai bisogno di un tasso d’interesse inferiore, perché sarà dello 0%. Lascia stare altre soluzioni, concentrati sul levarti il fardello il prima possibile.

Evitando questi due punti ti faciliterai la vita, come inizi a pagare gli interessi scenderanno e ti sarà sempre più facile estinguere il debito. Guarda solo ai numeri, vedi dove il tuo denaro sta sanguinando maggiormente e inizia da li.

Non ci sono soluzioni magiche ma è semplice.

Adesso viene il bello

Sicuramente dovrai adattare il tuo stile di vita in modo più o meno drastico, in modo da risparmiare soldi per indirizzarli al debito, dovrai essere disciplinato per mesi o forse anni, ma una volta che avrai distrutto il debito e cambiato il tuo stile di vita (intendo che il debito non deve far parte più della tua vita), avrai posto le basi ideali per la tua indipendenza finanziaria e per diventare ricco.

Tolti i debiti, devi solo spostare quei soldi verso gli investimenti. Hai iniziato guardando il tuo debito scendere, ora inizi a vedere la tua ricchezza aumentare.

E col “buon” debito come la mettiamo

Sentiamo spesso la parola “buon” debito, andiamoci cauti su questo ma vediamo i tipi più comuni con cui si usa spesso questa parola.

Spese sanitarie

Se proprio vuoi fare del buon debito, dove sicuramente sarà difficile trovarci dei lati negativi, è per le spese sanitarie. Le uniche che mi vengono in mente sono le spese odontoiatriche, che non sono coperte dal Sistema Sanitario Nazionale o lo sono solo in parte, per il resto a meno che non ci siano specifiche necessità (viaggi all’estero in cliniche specializzate), tutto è quasi gratuito. Non ti serve la stanza privata a pagamento in ospedale, per intenderci, poi magari la prenderai (spero che stai sempre bene ovviamente) se vuoi, ma aspetta prima che diventi ricco.

Mutuo

E lo so, per noi italiani la casa di proprietà è un must, nasciamo che i genitori ce l’hanno nella maggioranza dei casi e così deve essere anche per noi. Personalmente non ho mai visto questa esigenza come essenziale, sono stato tanti anni con i genitori e tanti anni in affitto, da poco l’ho acquistata e sempre conforme alle mie esigenze.

Il mutuo viene sempre visto come un debito buono, ma non avere questa certezza. Innanzitutto per chi ha un reddito o disponibilità economiche come garanzie è facile ottenere un mutuo, cosa che spesso attira le persone a comprare casa pur non avendone bisogno, e spesso queste sono anche più costose di quanto la prudenza e le disponibilità economiche della persona raccomanderebbero, tendendo ad andare molto oltre la prudenza.

Per ottenere l’indipendenza finanziaria, devi fare meno debito possibile, poi magari ti compri anche la villa al mare con attracco per la barca, quindi se proprio vuoi (facendo un po’ di conti tra costi e benefici) ti comprerai una casa piccola che vada incontro alle tue esigenze e non quella che puoi permetterti. Più case hai, e più grandi sono, più ci sono costi ingenti da sostenere: tasse, assicurazioni, servizi, ristrutturazioni, riparazioni, magari spese legali solo per dirne qualcuno.

Più spendi e meno soldi da investire hai, semplice no.

Quindi non lasciarti sedurre dall’idea che ne devi possedere una di proprietà obbligatoriamente, valuta bene quale opzione è migliore, e se proprio devi fallo con prudenza.

Prestiti aziendali

Molte aziende si fanno fare dei prestiti per diversi motivi, molte volte viene usato in modo poco oculato, altre volte conviene perché in pratica il business garantisce un rendimento maggiore del tasso d’interesse che l’azienda va a pagare. Sempre di debito si tratta, quindi ci vuole prudenza, e il mondo è pieno di aziende che sono fallite e falliscono a causa di ciò, quelle virtuose sono poche, ma è opportuno fare questo distinguo.

Questo però è un altro argomento di cui parleremo nella sezione dedicata agli investimenti, per chi ha tempo e voglia di analizzare alcuni aspetti delle società per massimizzare i rendimenti. Qui parliamo di rendimenti ottimi da ottenere senza alcuno sforzo, poi per chi vuole c’è anche dell’altro ;-)).

Formazione

Anche i costi per la formazione possono essere “buon debito”, ma anche qui, andiamoci sempre cauti. Ci sono corsi di cui necessitiamo, un investimento dove realmente riusciamo a vederne il beneficio tangibile per noi, ma ce ne sono molti altri, la stragrande maggioranza, siamo tempestati di corsi e di certificazioni che alla fine non ci danno un reale beneficio, servono solo a riempirci di attestati.

Anche in questo caso ti consiglio di agire con prudenza, se hai perso il lavoro e un’azienda per assumerti ti richiede specifiche competente e certificazioni, è tangibile il guadagno che ne otterrai. Se vediamo una pubblicità che ci propina un corso come estetista perché forse più in là nel tempo vorremmo aprire il nostro centro, forse è il caso di stare alla larga.

Questo è stato il primo step ed il più importante, torna alla road map per gli altri.

Lascia un commento