IPO (Offerta Pubblica Iniziale)

Prossime IPO 2022 (calendario) e analisi dei risultati passati

Hai intenzione di investire nelle IPO, ma vuoi vedere bene come sono andate quelle passate e vuoi una lista delle migliori future.

Analizziamo quindi insieme i risultati delle ultime IPO in generale e di alcune dettagliatamente.

Vediamo anche le prossime del 2022 che sbarcheranno sulla borsa italiana e internazionale, con indicazioni su che approccio avere per investirci e perché.

Iniziamo.

Analisi dei risultati

Partiamo con un’analisi di due IPO che sono molto esplicative, la prima è una grande società conosciuta pressoché da tutti, la seconda una startup anonima ai più.

IPO Airbnb

Airbnb non ha bisogno di presentazione, se vuoi una casa vacanza, un alloggio, una stanza per 2 giorni di lavoro o per qualsiasi altra esigenza, è il punto di riferimento nel settore, semplicemente non ha concorrenza.

E come tante aziende arriva ad un certo punto del suo ciclo di sviluppo che si quota in borsa, per tanti motivi avviene ciò ma a noi interessa che viene fatta un’ Offerta Pubblica Iniziale, per l’appunto l’ IPO, e così è accaduto anche per Airbnb.

La sua IPO c’è stata l’ 8 dicembre 2020 con un prezzo di collocamento di 68 $, e il periodo di lock up (il periodo dove non possono essere vendute le azioni da chi le ha acquistate al collocamento) è terminato l’ 1 marzo 2021, quindi dopo 83 giorni.

Dopo questo periodo, le sua azioni valevano 196,42 $, parliamo di un rendimento del 188,85 % in 3 mesi.

IPO Airbnb
IPO Airbnb

Airbnb è un marchio riconosciuto a livello mondiale, un business facile da capire dove in sostanza la società fa solo da intermediaria tra i locatori degli immobili e i locatari, mette a disposizione la sua piattaforma e stop.

Non ha bisogno di grandi infrastrutture e di tanto personale, genera utili quasi automatici, deve solo perseverare su questa strada e stare attenta se perde questo vantaggio competitivo rispetto alla concorrenza.

Ma guardiamo il grafico dell’ andamento del titolo più da vicino come si è comportato fino ad ora.

Grafico delle azioni Airbnb dal collocamento al lock up
Grafico delle azioni Airbnb (ABNB) dal collocamento al lock up

La quotazione è al Nasdaq e ad oggi capitalizza più di 100 miliardi di dollari, ma oltre a ciò a destra non abbiamo nessun altra notizia se non l’ intervallo di prezzo.

Nessun P/E (rapporto prezzo utili) men che meno possiamo ottenere altri indici finanziari, questo accade perché le società devono ottemperare a determinati obblighi di trasparenza solo allo sbarco in borsa.

Prima invece le maglie sono più larghe, di conseguenza non abbiamo tante indicazioni se non passa almeno 1 anno dalla sua quotazione.

Ma quello che ci interessa invece è il grafico, che poi scopriremo essere una cosa comune.

Quando iniziano gli scambi (prima freccetta rossa) parte da già da un prezzo di 140 $, tu investitore le hai prese a 68$ e così, all’ apertura hai preso una plusvalenza di più del 100%, dall’ oggi al domani ( ricordati che non puoi vendere in questo periodo fin quando non arrivi alla seconda freccetta).

68 + 106% = 140,08

Andando avanti nel grafico vediamo come si arriva con un trend sempre in aumento fino alla fine del lock up ad un prezzo di 196 $, un ritorno del 188,86 %.

Questo nonostante tutto Airbnb ha avuto la sua prima trimestrale da quotata pessima, con una perdita di 3,9 miliardi di $, per la maggior parte dovuti ai costi dell ‘IPO stessa e alla minore mobilità generale dovute alla pandemia.

Leggi anche:  Troppi costi nella finanza?

Se la gente non si muove Airbnb non può guadagnare, il suo business è chiaro.

Ma nonostante tutto il prezzo è stato sostenuto, questo per farvi capire come le aziende appena quotate seguono delle logiche tutte loro che possiamo dire comuni.

Dopo questo periodo di lock up iniziale si assiste ad una stabilizzazione del prezzo del titolo tra i 140$ e i 196, quindi sempre sostenuto verso l’alto, nonostante i problemi in cui è incappata la società.

IPO SentinelOne

SentinelOne è una società che si occupa di sicurezza informatica ed ha un migliaio di dipendenti, sconosciuta ai più e possiamo assimilarla ad una startup, pur avendo ormai raggiunto una capitalizzazione di mercato degna di nota.

Anche questa azienda sbarca in borsa il 28 giugno del 2021 a Wall Street, ad un prezzo di collocamento di 35 $ e il periodo di lock up è terminato il 1 ottobre 2021, quindi 3 mesi.

Al termine di questo periodo le sue azioni valevano 53,55 $, quindi hanno avuto un balzo del 53 % in 90 giorni.

IPO SentinelOne
IPO SentinelOne

SentinelOne a differenza di Airbnb è un’azienda innanzitutto più piccola come capitalizzazione di mercato e come volume d’affari, è meno internazionale, ma soprattutto è assimilabile ad una startup.

Opera in un settore, la sicurezza informatica, in cui è obiettivamente difficile capire cosa fa, in che modo opera, come genere i suoi guadagni, che prospettive future ci sono, che tipo di concorrenza deve affrontare.

Di certo sappiamo che SentinelOne non ha un brand così forte, quindi è totalmente diversa da Airbnb, e così sono la maggior parte delle aziende neo quotate in borsa.

Certo, ci sono tante big come Facebook o Alibaba, ma la maggior parte non ha queste dimensioni, sono per lo più società medio-piccole e in rapida crescita.

Quello che interessa a noi come investitori però è il comportamento in borsa, passiamo al grafico.

Grafico delle azioni SentinelOne dal collocamento al lock up
Grafico delle azioni SentinelOne (S) dal collocamento al lock up

La quotazione è al NYSE e abbiamo ad oggi una capitalizzazione di poco più di 17 miliardi di dollari, anche qui non abbiamo altri indicatori che ci mostrano lo stato di salute della società.

Alcune si possono ricavare dalla 1 trimestrale, ma non abbiamo nessun storico e neanche l’ andamento annuale.

Anche qui, quello che dobbiamo vedere è solo e soltanto il grafico, vedere come si è comportata, visto che non possiamo fare nessuna analisi degna di questo nome.

All’ apertura degli scambi (prima freccetta rossa) c’è già un valore di 44,59 $, tu investitore le hai prese a 35 $, quindi hai avuto una plusvalenza del 28 %.

35 + 28% = 44,8

Seguendo il grafico dopo una robusta salita ad un’ attenuazione del trend, arriviamo alla fine del lock up ad avere un valore per ogni singolo titolo azionario di 53,55 $ e quindi un ritorno sul prezzo di collocamento del 53%.

Questo risultato lo abbiamo avuto con una società di cui in sostanza non conosciamo nulla o quasi.

Possiamo parlare di sicurezza informatica quanto vogliamo, ma per chi non è dentro certi ambiti sarà sempre difficile capire cosa fa in realtà questa SentinelOne.

Va bene, mi dirai, non sempre si investe capendo cosa fa una società, o meglio non comprendendola a fondo, bastano i bilanci e uno storico.

Ok, è vero, ma in questo caso non abbiamo neanche quelli, siamo quasi al buio.

Ma nonostante tutto la società è stata un affare per chi ci ha investito acquistando all’ IPO.

Dopo la fine del lock up il trend è ancora in salita ma il periodo è molto breve, e neanche ci interessa, il nostro focus deve essere da quando i titoli vengono assegnati fino al periodo di lock up.

Leggi anche:  Cos' è l' interesse composto, formula, calcolo e dove investire

Ho analizzato 2 società agli antipodi non per caso, la prima perché era una big, forte e riconosciuta da tutti, la seconda l’ho presa a caso perché relativamente piccola e quasi sconosciuta ai più, o per lo meno io non ne avevo mai sentito parlare.

Questo perché a noi interesse un quadro generale, dobbiamo ricavarne un filo conduttore comune che vada bene per tutte le IPO, e possiamo farlo solo aiutandoci con delle statistiche che coprono tutte le nuove collocazioni in borsa.

Quindi vediamo questo quadro generale aiutandoci con dei dati.

Risultati medi delle IPO

Abbiamo sostanzialmente un solo punto di riferimento per valutare l’andamento generale delle IPO, ed è il ritorno medio che abbiamo dato un certo periodo fisso.

Siccome sul lungo periodo può succedere di tutto, vediamo come si comportano dal collocamento e per tutto il periodo di lock up, che è quello che interessa a noi, ma ci sono sorprese positive anche dopo questo periodo.

Passiamo ai dati e date un’ occhiata alla tabella in basso, che potete scaricare con il relativo link.

Media rendimenti IPO
Rendimenti medi delle IPO

Tabella rendimenti IPO in pdf.

I risultati fanno riferimento alle IPO collocate sul mercato azionario USA dal 2012, quindi abbiamo uno storico sufficiente a cui fare riferimento per trarre delle conclusioni.

Primo giorno di scambi

In primis, un dato interessante è che il primo giorno di scambi si ha un incremento medio del 42%, e questo non dovrebbe stupire, anche se ci interessa poco visto che non possiamo vendere.

Non ci meraviglia questo risultato perché i mercati finanziari vivono di entusiasmo ed emozioni, e questo è ai massimi livelli appena una società sbarca in borsa.

Tutti vogliono le nuove azioni, non c’è niente che possa frenare gli investitori dal gettarsi sulle nuove società.

Prima abbiamo detto che in sostanza sono sconosciute per gli investitori, o meglio, chi ne cura lo sbarco visiona i conti e da una forchetta di prezzo, ma è un po’ diverso che basarsi su resoconti pubblici.

Ma questo non importa per come operiamo noi, è un problema che si porrebbe nel caso alla prima trimestrale o dopo un anno quando si ha una visione più chiara dei bilanci, per quanto sempre parziale.

Fine del periodo di Lock Up

L’ altro dato, questo si fondamentale per noi, è il rendimento medio delle azioni alla fine del periodo di lock up.

Perché?

Credo che hai indovinato.

Perché è questo il primo giorno utile per chi ha acquistato al collocamento per poter vendere.

Il timing è tutto nelle IPO

Anonimo

E qui abbiamo un +60%, quindi il trend positivo del 1° giorno si mantiene e arriva a far apprezzare le azioni quotate ancora di più. Tutto quello che accade prima potrebbe anche non interessarci affatto, ma qui invece si, ci interessa eccome.

E visto che stiamo parlando di una media, a noi non ci serve neanche selezionare più di tanto, possiamo sparare nel mucchio e sappiamo che si apprezzeranno di questa percentuale.

Anche perché abbiamo poco da selezionare, possiamo fare solo una minima selezione basandoci sul settore in cui opera, però per il resto sono quasi sempre start up.

E anche se sono società conosciute non possiamo sapere come andrà, semplicemente possiamo puntare su tutte quelle dove abbiamo disponibilità economica, o lasciare sempre una parte dei nostri soldi liquidi da dedicare alle IPO.

Oltre il lock up e strategia corretta

Il +145 % si riferisce all’ apprezzamento dei titoli oltre il periodo di lock up, ed è sicuramente un dato molto positivo, meglio degli altri 2 step, ma va interpretato, chiarisco un attimo.

Leggi anche:  Investire nelle IPO

Questo dato prende in esame un periodo molto variabile e quindi si la media è giusta, ma non sappiamo poi cosa accadrà, non abbiamo il dato certo come il lock up, li sappiamo che ogni volta che finisce quel periodo si ha un apprezzamento del 60%.

Qui invece no, perché ovviamente le IPO vengono collocate sfalsate, ogni mese alcune, è normale, quindi i periodi presi in esame sono molto diversi fra loro.

Vero è che possiamo dire di non far male a tenerle oltre il periodo in cui possiamo vendere, però a quanto ammonta questo periodo, quanti mesi, o anni dovrebbe essere?

Se facciamo così equivale ad andare ad abbracciare l’intero mercato, o comunque una porzione talmente ampia che è come considerarlo quasi tutto.

Così il rendimento atteso medio è del 7-10 % annuo (questa è la media dei mercati anno su anno), che è buono sì, ma ben lontano dal +60% dei primi mesi.

La performance passata non garantisce rendimenti futuri, ma abbiamo un benchmark di riferimento.

Rientra nella norma che un titolo più passa il tempo e più si normalizza, tendendo ad allinearsi al mercato, c’è poi chi farà tanto meglio, e chi tanto peggio, ma noi non sappiamo chi farà bene e chi male, e quindi dovremmo sempre sparare nel mucchio, vista l’ impossibilità di analisi non avendo bilanci.

Allora tanto meglio prendersi quel capital gain iniziale che è sicuro, poi come abbiamo la possibilità di vendere si procede e stop, e si passa alla prossima IPO, questa è la strategia più corretta.

Quel +145% tra l’ altro può essere fatto in un periodo molto lungo di tempo, se fai +60 % ogni 3 mesi guadagnerai molto di più.

Facciamo 2 ipotesi, una che acquisti un’ IPO e la rivendi ogni 3 mesi e ne ricompri un altra, e l’altra che il tuo capitale lo tieni investito per 6 mesi, vediamo cosa ne viene fuori con 2.000 €.

Mesi60%145%
33.200 €
65.120 €4.900 €
98.192 €
1213.107 €12.005 €
Simulazione tabella rendimenti IPO ogni 3 mesi e ogni 6

Abbiamo semplificato molto ma rende l’idea, ogni 6 mesi è troppo ottimistica come data, quindi probabilmente dovresti aspettare di più.

Ma nonostante tutto se agisci sul breve periodo i ricavi sono maggiori.

Ci devi aggiungere anche le tasse e le commissioni, che non incidono molto ma comunque ci sono e poi non è detto che come termini il periodo di lock up trovi subito quella seguente, magari devi aspettare un po’ di giorni o qualche settimana.

Comunque ho reso l’ idea.

Semplicemente non puoi aspettare un tempo indefinito per prendere quel 145 %, fai molti più soldi a vendere e ricomprare in un ciclo infinito.

Panoramica delle nuove IPO del 2022 con calendario

Poter accedere alle IPO in maniera diretta per un piccolo investitore è un’ impresa, tutti vogliono accederci e solo chi ha grandi capitali di solito vi riesce, tranne alcune e ben selezionate piattaforme.

O meglio, lo era fino a poco tempo fa, adesso la situazione è cambiata.

Si tratta di una selezione, quelle quotate nei mercati occidentali dove si ha una regolamentazione chiara e una certa trasparenza.

Questo perché bisogna andare sul sicuro, in particolare negli USA la SEC (l’organo che controlla le aziende quotate) è molto severa e richiede che tutto sia in ordine.

E poi perché il mercato americano è quello che genera i maggiori rendimenti.

La cosa fondamentale è non tenerle troppo dopo il periodo di lock up, questo è il focus della strategia, altrimenti rischiate di perdere quanto guadagnato.

Vediamo una lista già selezionata con il calendario completo delle nuove IPO.

AziendaSettoreData
GitLab IncInformatica12.10.2021 (passata)
Candela MedicalMedicina estetica26.10.2021 (passata)
Ensemble Health PartnersSoftware26.10.2021 (passata)
AirSculpt TechnologiesMedicina estetica27.10.2021 (passata)
UdemyIstruzione27.10.2021 (passata)
NerdwalletInformatica/Finanza02.11.2021 (passata)
RivianIndustria automobilistica08.11.2021 (passata)
ExpensifyInformatica08.11.2021 (passata)
HashiCorpInformatica07.12.2021 (passata)
NuFinanza08.12.2021 (passata)
SamsaraTecnologia14.12.2021 (passata)
CinCor PharmaFarmaceutica06.01.2022 (passata)
Amylyx PharmaceuticalsFarmaceutica06.01.2022 (passata)
Dynasty Financial PartnersFinanzaAcquista entro il 14.02.2022
Basis Global TechnologiesInformaticaAcquista entro il 14.02.2022
HomeSmart HoldingsImmobiliareAcquista entro il 14.02.2022
TuroCar sharingAcquista entro il 14.02.2022
StarlinkTecnologiaDa definire
RedditInformaticaDa definire
KlarnaFinanzaDa definire
TikTokInformaticaDa definire
Calendario prossime IPO

Sei pronto a prenotare la prossima?

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.